Personaggi in cerca di cover: la giovane De Andrè



Una completa deriva genetica dalla musica d'autore del nonno al mix di poppe e culo della nipote. La giovane De Andrè ci fa capire che è più adatta al mondo dei reality che a quello della musica.
Ma l'importante è apparire e comunque "Sono maliziosa, ma al confronto di Miley Cyrus sembro una suora" (cit.)
Non male anche la scelta di firmare con l'acronimo De.A



Baccara - Yes Sir, I Can Boogie

0 commenti:

Posta un commento

Brutte copie che fanno brutte cover


The Bleeding Light, band Finley-style brutta copia dei Blink che ci propone questa stonatissima cover del brano interpretato da quell'ex-capellone di Nikki.
Lasciamo stare la già discutibile bellezza dell'originale ballad pezzaliniana, ma da infarto questa versione pop-punk zeppa di stonature,fuori tempi e giri di basso/chitarra più in ritardo del regionale Salerno-Potenza. Salviamo l'attacco tra 0:00 a 0:4.


Verso azzeccato: non se ne può più
beata adolescenza



Nikki - L'ultimo Bicchiere

1 commenti:

Posta un commento

L'italiano in cinese e altre storie


Questa volta tocca a Toto Cutugno continuare quella brutta pratica di ricantare le proprie canzoni in altre lingue, regalandoci il suo cavallo di battaglia in una clamorosa versione cinese, decisamente una delle autocover più clamorose di sempre.
Impegno sociale oppure opportunismo televisivo (il brano sarà colonna sonora di un nuovo programma su Real Time) fatto sta che la nuova versione mandarina ha scatenato centinaia di reazioni compresi veri e propri insulti, tanto da costringere Cutugno ha twittare un laconico 'non rompetemi i coglioni...'. Beh a noi basta l'estasi di vedere il Toto nazionale bianchissimo dalle scarpe alla dentiera aggirarsi chitalla in mano per la chinetosi milanese e, tra selfie a mandorla e gatti della fortuna, cantare in questo idioma incomprensibile il brano nazionalpopolare per eccellenza.
Quanto vorremmo conoscere il cinese in questi frangenti. Comunque noi scherziamo, ma forse arriveranno milioni di copie vendute oltre la muraglia

Cutugno L'Italiano


Doveroso allora citare qualcuna delle cover del nostro inno nazionale mancato, partendo dalla versione finlandese, che aggiungendo qualche stella polare nel testo diventa 'Sono un Finlandese' ovvero "Olen Suomalainen". Autore il cantante melodico Kari Tapio
Kari Tapio - Olen Suomalainen


Anche il fascinoso autore portoghese Eduardo Costa ci teneva ad incidere la sua Faz de Conta
Eduardo Costa - Faz de Conta

0 commenti:

Posta un commento

Gioca Jouer: il ballo più famoso del mondo


Un giorno ci sarà una class action contro Cecchetto per i danni causati da tutta la cattiva musica che ci ha propinato negli ultimi 40 anni, basterebbe la lista di talenti presenti nella sua scuderia per meritarsi una denuncia.
Tra tutte le sue colpe non può mancare uno dei principali esempi di dannosa stupirà musicale,ovvero il Gioca Jouer.
All'inizio degli anni 80 incise lo spaventoso 'Gioca Juouer' che, grazie anche agli orecchiabili riff partoriti dall'ex goblin Simonetti (per la serie sa da campà'), divenne una hit per ammalati di Festivalbar, popolarissima anche tra i più efferati torturatori argentini. Ma i 16 comandamenti cecchettiani riuscirono a spopolare in tutto il mondo tanto che ancora oggi può capitare di imbattersi in qualche campione di Gioca Juouer che inizierà a danzare sulle note dell'accattivante sax.

Prima meritevolissima citazione è la versione inglese incisa da Black Lace, che ci regala un'interpretazione molto più soul con la notevolissima intuizione di modificare il titolo con il nome dell'ultima posa 'Superman'
Black Lace - Superman

Nel 2006, ormai diventato evergreen del trash, viene anche riproposto dal diabolico Cecchetto in una supercompilation per celebrare l'anniversario dei 25 anni, contenente diverse versioni internazionali. Ecco quella in francese con Charles Marc Lager
featuring Charles Marc Lager


e visti i tempi non poteva mancare in cinese. Vi lasciamo il piacere di andarvi a cercare quelle in tedesco e spagnolo.
featuring Fu Shuguang


Indimenticabile la versione di un acerbo Fiorello, fresco di ingaggio del vate Cecchetto, che inaugura la sua gloriosa stagione di cover pre-karaoke con questo omaggio (ne esiste anche una versione cantata imitando Sandro Ciotti)
Fiorello - Gioca Jouer (1989)



Non troppo divertente invece la versione da contadino bergamasco di Bepi & The Prismas
Bepi & The Prismas - Bepi Jouer


Infine Fiorello molti anni dopo ci regala la versione 'olio di ricino' nello scimmiottamento di Ignazio La Russa alla famosa trasmissione radiofonica 'ViVa Radio Due'
Ignazio Jouer

0 commenti:

Posta un commento

Wrecking Ball in napoletano



O' fravcator, il muratore, non poteva avere altro titolo questa splendida parodia napoletana della palla demolitrice della Cyrus.
Anche se non siamo a livello della versione di Ron Jeremy, resta una delle migliori rivisitazioni presenti in rete, apprezzabile anche la presenza dei sottotitoli in inglese ed il capello biondo del protagonista


Miley Cyrus - Wrecking Ball

0 commenti:

Posta un commento

Se una regola giè in Balcaria ovvero Il fascino indiscreto dei caucasici


Il fascino indiscreto dei caucasici tra rivoltelle,scorie radioattive e brutte cover... ecco un funambolico trio dance direttamente dalla sperduta Balcaria.


Si parte con una strepitosa cover del famoso brano di Nek interpretata da questo trio di belloni che alla odiosa base dance uniscono una pronuncia italiana perfetta per un rapinatore. In questa clip ingiustamente poco inquadrato il fascinoso ragazzo messo al centro del trio, un mix di bellezza euroasiatica e movenze degne del miglior Repetto.

Nek - Se una regola c'è
 
Ma il trio, che per la cronoaca si chiama 'XX° Congresso del Partito' non smette di regalarci perle, riuscendo a stupire tutte le balere dal Kabardino con questa possente cover dalla sbaciucchiosa Şımarık di Tarkan



E poi via con cover autoctone dove le coreografie sono addirittura migliori di quelle di Billy Ballo.

  Hands Up! - Чужие губы


Nancy - Чистый Лист

0 commenti:

Posta un commento

Jeremy's Wrecking Ball




Senza dubbio Ron Jeremy è uno degli attori più apprezzati della nostra adolescenza, un mito assoluto che è riuscito a diventare icona mondiale del porno nonostante fosse "basso, grasso e peloso".
L'uomo baobab, che riesce a praticarsi l'autofellatio grazie ad un cazzo da ben 24 centimetri, detiene il Guinness dei primati per il numero di film porno interpretati, contando anche un'ampissima serie di presenze nei clip musicali di decine di band, dai Gun's ai LMFAO,passando per Moby, Mercury Rev,Kid Rock e Armin van Buuren solo per citarne alcuni.

Questa volta decide di reinterpretare la "Wrecking Ball" della pseudo-bad-girl del momento, regalandoci momenti di puro splendore.
Non ci resta che immaginare la trasgressiva Miley, che dopo una bella ripassata di Ron Jeremy, spegne gli ardori e ritorna nella svampita versione Hannah Montana.

Miley Cyrus - Wrecking Ball

1 commenti:

Posta un commento

Ska+Sinatra


L'ossessione dei gruppi ska di riproporre l'amato lemma all'interno del nome della band, unito al nome del protagonista unico delle interpretazioni di questo complesso newyorkese ha prodotto l'orripilante 'Skanatra', l'appellativo appunto utilizzato dalla tribute band protagonista di questo post.

Quindi come avete intuito gli Skanatra sono una cover band di Frank Sinatra rigorosamente in versione ska.
Gli episodi non sono tutti così spregevoli, ma questa versione della celebre re-interpretazione del brano di Claude François ci sembra proprio inutile


Frank Sinatra - My Way

0 commenti:

Posta un commento

Fiorelli e Fiorellini


Metà anni 90,il Karaoke era conteso tra tutte le piazze della provincia italiana e quel bravo ragazzo di Fiorello raggiunge una popolarità incredibile,tale che ogni madre lo vorrebbe come fidanzato ideale per la propria figlia.
Ragion per cui la scuderia Cecchetto non lesina di far uscire dischi a firma del popolare codino, per lo più zozzerie di dance music ultra dozzinale.
L'apice assoluto è sicuramente la trasposizione disco di 'San Martino' con il povero Carducci a rivoltarsi nella tomba.
Non mancano le cover tra cui questa orribile versione di "Bonne Franquette" di Herbert Pagani. Al pezzo partecipa anche il fratello, all'epoca Fiorellino, pronto a 'sbocciare' come ciclostile del fratello maggiore sfruttandone la popolarità del momento. Strada poi, per fortuna del nostro caro Fiorellino, definitivamente abbandonata a favore di quella ben più soddisfacente di attore.
Altro esempio di come la dance music da discoteca della domenica pomeriggio possa distruggere le canzoni.


Herbert Pagani - La bonne franquette

0 commenti:

Posta un commento